NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
logo ombr  

NOME

 

 

 

chi siamo

L"accademia Italiana di Storia della Farmacia é stata fondata a Bolzano il 2 Giugno 1950 per iniziativa di Giulio Conci (che allora dirigeva la storica Farmacia dell"Aquila Nera), con il concorso di Carmelo Bertello (l"allora presidente della F.O.F.I.), Boris Gradnik, Antonio Vitolo, Mario Carlassarre ed altri, tra i quali Ulisse Gallo e Romolo Mazzucco, tuttora viventi ed attivi come sempre.

Il verbale di fondazione dell"Accademia Italiana di Storia della Farmacia dice: "Si ravvisa la necessità di costituire una società di storia della farmacia che abbia per scopo principale l"incremento e la divulgazione di questi speciali studi storico-scientifici tra i farmacisti italiani e di svolgere problemi inerenti a tale disciplina".
Giulio Conci, che fu il primo presidente dell"Accademia Italiana di Storia della Farmacia, aveva pubblicato nel 1934 "Pagine di storia della farmacia", ancor oggi ritenuto il testo base di tale materia, e Carlo Pedrazzini era contemporaneamente uscito con la monumentale "La farmacia storica artistica italiana", volume riccamente illustrato e conservato da ogni importante biblioteca.
Da allora si sono succeduti nella presidenza della Accademia Italiana di Storia della Farmacia, Antonio Vitolo, co-fondatore di un organismo internazionale che raggruppa oltre 35 paesi, Cristoforo Masino, ricercatore instancabile oltre che esponente dell"Associazione Nazionale Titolari di Farmacia, Antonio Corvi ed il Dott. Angelo Beccarelli, attuale responsabile di questa istituzione.
L"ininterrotta attività dei soci è documentata dai volumi degli atti dei congressi tenuti ogni anno in diverse città allo scopo di avvicinare l"intera categoria; dal 1984 la "Rivista di Storia della Farmacia", quadrimestrale di circa ottanta pagine, porta alla conoscenza degli studiosi articoli originali , frutto della costante ricerca in ogni settore. Dallo studio delle farmacopee allo sviluppo di sempre nuovi farmaci, dalle organizzazioni corporative alla legislazione dei vari stati, dall"aspetto artistico correlato all"arte farmaceutica, ogni argomento attinente alla professione viene indagato per arricchire un edificio virtuale a fianco dei musei pubblici e privati già esistenti nel nostro Paese. Tutti coloro che sono interessati a questa disciplina e accettano gli indirizzi dell" A.I.S.F., desiderando cooperare al raggiungimento dei fini proposti, sono ben accetti in questa grande famiglia di irriducibili cultori di una storia professionale iniziata da ormai otto secoli, con la costituzione di Federico II di Svevia nel 1240